LUOGO COMUNE
AFORISMI
Parole e disegni
da
“ParalleleBipedi”


      
Una mirata selezione di frasi schioccanti e di immagini da un libro uscito quest’anno per i tipi di Città del Sole Edizioni. L’autrice oltreché aforista di vaglia, è anche psicoanalista, pittrice e poeta. I motti aforismatici sono un genere letterario a sé, là dove la misura lapidaria dei ‘detti e contraddetti’ (Karl Kraus docet) trapassa il pensiero e si fa gioco conoscitivo caustico e corrosivo sul soggetto e sul mondo.
      



      

di Silvana Baroni

 

 

Il mare, quando si sente a terra, torna a farsi il bagno.

 

 

Per uscire dalla solita commedia, basta  buttarla in tragedia.

 

 

Di quale argomento parlare con chi non ha mai peccato?

 

 

La generosità è prestarsi. Regalarsi è masochismo.

 

 

Farei posto volentieri alla libertà altrui, se solo la smettessero di sedersi sulla mia.

 

 

La felicità ha scarpe così strette che finiamo per infilarci le pantofole.

 

 

I padri cercano lavoro per i figli, perché non cadano nell’ozio, madre di tutti i vizi.

 

 

Il combustibile di ogni passione è il timore di perderla.

 

 

È seccante morire per incidente. Non poter raccontare agli amici di come si è sfiorata la tragedia.

 

 

Se vuoi che ritorni, lasciami andare!

 

 

Il primo amore è l’altro. Quello che non parlò, per essere eterno.

 

 

Ogni profezia… prima o poi… qui o là.. ci azzecca.

 

 

Tristezza: essere al settimo piano di nessun settimo cielo.

 

 

L’ironia è una lente d’ingrandimento, a cui non deve sfuggire l’abuso a utilizzarla.

 

 

Quando non si trovano le parole, è  felicità. Anche disperazione.

 

 

Chi fa da sé… è perché non tollera… gli altri due.

 

 

Chi vive la vita, e chi la frequenta.

 

 

Ho fede in Dio. Ma la diffidenza, me la gestisco io!

 

 

Non so se palpito quando m’innamoro o m’innamoro perché palpito.

 

 

Chi vuole scongiurare il diluvio, cominci col trattenere le lacrime!

 

 

Ci sono anime gemelle e anime doppioni.

 

 

Chi ha le mani bucate, non è detto che abbia anche le stigmate.

 

 

C’è sempre una noia alla moda, per vivacizzare la solita noia.

 

            

 

 

 

In attesa di capirci qualcosa, come fare a meno dei pregiudizi?

 

 

 

 

 

 

Chi ti comanda potrebbe godere della tua disubbidienza.


 

 

 

 

La consapevolezza di avere un Caino dentro di noi, ci affratella.

 

 

 

 

 

 

Prevenzione? Cautelarci da tutte le morti possibili? Quando invece

potremmo da subito sceglierci la più congeniale.

 

 

 

     

 

Vuole entrare nella Storia soprattutto chi si annoia a casa sua.

 

 

 

 

Ancora altre parole… per ridefinire milioni di emozioni… fraintese dalle parole.

 

 

 

 

Molte donne non si sarebbero mai innamorate, se prima non ne avessero sentito parlare.




Scarica in formato pdf  


      
Sommario Luogo Comune

Il contatore dei visitatori Shiny Stat è attivo da dicembre 2006