SPAZIO LIBERO
CULTURA DIGITALE
Un archivio multimediale per
la storia dell’arte del Novecento


      
Promosso e diretto dalla professoressa Gabriella De Marco, si è attivato all’interno del portale dell’Università degli Studi di Palermo il database “Agave” come pratico contributo allo studio delle fonti della ricerca artistica italiana nello scorso secolo. Attualmente questo spazio ospita, tra l’altro, i materiali relativi alle pagine culturali del quotidiano palermitano “L’Ora” compresi nel periodo 1909-1943, con particolare riferimento agli articoli su Filippo Tommaso Marinetti e il futurismo e sulla Biennale di Venezia.
      



      

Agave. Contributo allo studio delle fonti della storia dell’arte in Italia nel Novecento è liberamente consultabile agli indirizzi web:

http://agave.unipa.it;    http://www.unipa.it/agave.

 

Responsabile scientifico: prof.ssa Gabriella De Marco,

Dipartimento Studi Storici ed Artistici, Università degli Studi di Palermo.

 

Agave. Contributo allo studio delle fonti della storia dell’arte del Novecento posto nel portale dell’Università degli Studi di Palermo è il risultato di una serie di iniziative di ricerca promosse, dal 2001 ad oggi, dal responsabile scientifico Gabriella De Marco, professore ordinario di Storia dell'arte contemporanea presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Palermo, e relative alla metodologia della ricerca umanistica  nell’era di internet con particolare attenzione al ruolo svolto dai giornali a periodicità quotidiana nella cultura del XX secolo.

L'idea di far dialogare la ricerca storica con il linguaggio dell’informatica in funzione delle potenzialità del web e costruire, pertanto, uno spazio o archivio digitale era già stata presentata dalla responsabile scientifica di questo progetto, in occasione del Forum nazionale Prospettive per un Archivio multimediale del Novecento in Sicilia, da lei ideato e curato per l’Ateneo palermitano nel 2001. (Atti pubblicati da Silvana Editoriale 2002)

Agave ospita, quindi, in questa prima fase, l’indagine condotta sul quotidiano di Palermo "L’Ora" (1900-1992), e che ha interessato lo spoglio degli articoli culturali pubblicati sul giornale dal 1909 al 1943.

Tuttavia nella sezione L’Ora. la sua storia si è ritenuto opportuno accogliere, per quanto riguarda le vicende recenti della testata, e nonostante il progetto di ricerca abbia considerato la prima metà del secolo, un intervento di Vincenzo Vasile ultimo direttore del giornale.

Si segnala pertanto in via di allestimento: Gli ultimi fuochi: una testimonianza di Vincenzo Vasile.





Un primo studio su “L’Ora” è stato pubblicato da Gabriella De Marco nel volume  L’Ora”. La cultura in Italia dalle pagine del quotidiano palermitano (1918-1930). Fonti del XX secolo, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2007.

A cui si aggiunge il contributo recente – sempre a firma della stessa – L’Ora Di Palermo. Lo spoglio degli articoli su F.T Marinetti e il futurismo e sulla Biennale di Venezia (1909-1943), Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2011.

I materiali raccolti in questo secondo volume costituiscono un nucleo facente parte di un più ampio progetto di ricerca avviato da Gabriella De Marco e finalizzato alla digitalizzazione delle fonti della cultura umanistica del XX secolo.

Il volume, preceduto da un circostanziato apparato critico, presenta lo spoglio di una selezione degli articoli su F.T. Marinetti e il futurismo e sulla Biennale di Venezia pubblicati sul quotidiano palermitano “L’Ora” negli anni compresi tra il 1909 e il 1943. I lettori potranno evincere sia notizie utili alla ricostruzione del dibattito interno alla ricerca figurativa degli anni considerati, sia percorsi alternativi alla storia dell’arte che riguardano, ad esempio, la scrittura giornalistica, l’industria automobilistica o le vicende di alcune importanti e significative istituzioni culturali.

Ciò anche grazie all’indice dei luoghi e dei nomi, composto da circa 1600 voci, che rimanda ad autori quali Gabriele d’Annunzio, Mario Morasso, Antonio Maraini, Massimo Bontempelli, Gino Severini, Walter Gropius, Felice Casorati, Primo Conti, Ugo Ojetti, Vittorio Pica, Amedeo Modigliani, Le Corbusier, Paul Signac e molti altri ancora, oltre, naturalmente, al drappello di autori legati alla cultura siciliana.





Umberto Boccioni, Muscoli in movimento, "L'Ora",
martedì 9 - mercoledì 10 dicembre 1913, p. 3


L’home page di Agave guida l’utente attraverso un percorso in cui si introduce il progetto nato intorno al portale mentre l’ambiente dedicato a L’Ora (a cui si accede cliccando un’apposita goccia dell’agave) fornisce all’utente non solo la possibilità d’interrogazione della banca dati con vari campi quali autore, titolo, anno, soggetto, ricerca libera, ecc, ma offre, anche, una presentazione sia della ricerca sia della storia del quotidiano attraverso una serie di testi quali:

L’Ora. Corriere politico quotidiano della Sicilia;

L’Ora: la sua storia

I direttori (1909-1014/1918-1934/1939-1943)

Bibliografia e sitografia

 

I materiali raccolti in questi anni, attraverso il lavoro svolto, con la supervisione di Gabriella De Marco, da tesisti e contrattisti, hanno contribuito alla creazione di un catalogo digitale, contenente circa 1100 schede catalografiche dalle quali sono state ricavate circa 700 voci di soggetto appositamente realizzate per il database e circa 2500 voci di nomi citati e normalizzati , suddivisi in nove categorie:

Filippo Tommaso Marinetti e il Futurismo (1909-1914 ; 1939-1943);

Gabriele d'Annunzio (1918-1921);

Biennale di Venezia (1920-1924 ; 1931-1934);

Nino Sofia ( 1920/1924; 1931-1934)

Piero Gobetti (1923-1925);

Adolfo Venturi (1923-1932);

Maria Accascina (1924-1932);

Fototeca digitale (1925-1930);

Quadriennale di Roma (1931)

che testimoniano alcuni dei maggiori eventi della scena culturale ed artistica italiana del primo Novecento. 

Ogni categoria è introdotta da un testo, a firma della professoressa De Marco, dove si espongono i criteri che hanno guidato la scelta di tali temi e personaggi, si forniscono dei riferimenti bibliografici sull'argomento, se ne indicano i collaboratori che a vario titolo hanno contribuito al progetto e si forniscono le avvertenze alla consultazione.

Tra le tematiche di maggiore interesse, l’ambiente de L’Ora presente in Agave affronta, attraverso una suddivisione cronologica la diffusione del Futurismo ( non solo in Sicilia) e il ruolo di Filippo Tommaso Marinetti (a questa categoria sono dedicate più di 150 schede e oltre 20 voci di soggetto che spaziano dai manifesti ai giudizi dei contemporanei);  la fortuna critica di Gabriele d'Annunzio e l'impresa di Fiume; la collaborazione con il quotidiano di Piero Gobetti; i contributi critici sulla storia dell'arte di Adolfo Venturi e di Maria Accascina (arte sacra; oreficeria - Sicilia); le notizie sulla Biennale di Venezia; gli articoli di Nino Sofia; l'inaugurazione della prima Quadriennale di Roma nel1931.

Alla schedatura degli articoli si affianca, inoltre, un ricco repertorio di immagini d’arte documentanti opere, avvenimenti culturali, allestimenti espositivi e scenografici (circa 500 riproduzioni) pubblicate sul quotidiano “L’Ora”  e confluite nella categoria Fototeca digitale. Tra gli artisti presenti in Fototeca si ricordano: Felice Casorati, Primo Conti, Pablo Picasso, Enrico Prampolini, Vittorio Corona, Francesco Trombadori, Pippo Rizzo, Alfonso Amorelli.

Il database, dunque, non fornisce solo indicazioni relative a “L’Ora” e alla cultura siciliana:  consente, infatti, grazie alla ricerca libera e per voci di soggetto l’individuazione di notizie relative ad argomenti sull’attualità di quegli anni trattati dal quotidiano, quali, ad esempio la storia dell'automobile, l’importanza dell’automobile nel prestare i soccorsi  in Calabria in occasione del terremoto di Messina (Automobilismo - Gare; Targa Florio),l’attenzione costante per il teatro di Luigi Pirandello (Teatro – Recensioni – Pirandello, Luigi), la politica culturale e propagandistica del regime.





Fotografia di Luigi Pirandello in posa per un ritratto eseguito da Primo Conti, "L'Ora",
martedì 13 - mercoledì 14 novembre 1928, p.3


Il portale è composto anche da un altro ambiente: Mostre d’arte attualmente in costruzione  e volto ad ospitare l'approfondimento storiografico di alcuni importanti avvenimenti espositivi tenutisi in Europa nel corso XX secolo.

Ultima goccia che si aggiunge all’interno di Agave è costituita dalla rubrica, a firma di Gabriella De Marco, Note a margine  specificatamente volta sia alla recensione di mostre sia  all’approfondimento  del sistema dell’arte contemporanea.

Agave, infine, vuol porsi come una proposta che, pur rivolgendosi innanzi tutto alla comunità scientifica e agli studenti, ha scelto di immettere dati, contributi di ricerca e bibliografia, non solo nell’ambito specialistico proprio di libri e riviste ma nello spazio aperto del web.

 




Scarica in formato pdf  


      
Sommario
Spazio Libero

Il contatore dei visitatori Shiny Stat è attivo da dicembre 2006