CHECKPOINT POETRY
ENRICO PIETRANGELI
 

 

 

Alla Patria nella primavera del Suo anniversario

 

 

Volteggia nella stanza

primavera di mosche,

concentriche giravolte

in ritmi sopiti di spirale

che virano, improvvisi,

in picchiate acrobatiche

di sfrecciati, tricolori frecce

constatando l’indigenza

che dentro assilla danzano,

di amor patrio, le mosche,

congiungono alla festa

nel Suo anniversario.

E anche qui, nello sconsolato

eremo in cui, di poco o nulla,

vivo, grottesche piroette

di pupille sognano e segnano

visioni in chiaroscuri,

poeti orfani di patrie,

apolidi mosche svolazzanti

che ronzano anime di defunti.

 

2011

 

 

 

Tutto prossimo al Natale

 

 

Giorni d’intenso, circostante freddo:

ieri tramontana, oggi pigro nevischio,

l’arrabattarsi tra un cielo sgombro

e l’uniforme, conforme grigio

all’ultimo orizzonte percepito.

 

Tutto prossimo al Natale, al gelo,

ragnatela di cristalli

sovrapposta al cuore.

Astanti analgesie 

annoverano aspiranti,

affaticati attori

ammassarsi, accalcati,

ansimando amore.

Tutto prossimo al Natale, al gelo,

ragnatela di cristalli

sovrapposta al cuore.

 

2009

 

 

 

 

 

 

 




Scarica in formato pdf  


 
Sommario
Checkpoint Poetry

Il contatore dei visitatori Shiny Stat è attivo da dicembre 2006