Sai perché il miele si prende con il cucchiaino di legno e non di metallo? La risposta è pazzesca

Gli esperti consigliano sempre di utilizzare i cucchiaini in legno per raccogliere il miele, al posto di quelli in metallo, per quale motivo?

Miele gocciolante su cucchiaio di legno
Miele gocciolante su cucchiaio di legno (Retididedalus.it)

Li abbiamo visti tante volte, con la loro forma particolare che assomiglia tanto a un piccolo alveare. Sono i cucchiaini tipici per il miele. Gli esperti, infatti, non utilizzano mai cucchiai in acciaio, ossia quelli classi da cucina, per diversi motivi. Quando si raccoglie il miele occorre avere maggiore cautela rispetto al comune cibo che cuciniamo.

I cucchiai da miele sono utensili in legno naturale, appositamente progettati per mescolare, per immergere e per raccogliere le giuste quantità di miele, questa incredibile sostanza benefica che ci donano le api grazie al loro lavoro. Il manico del cucchiaio è fino, mentre la testa presenta delle scanalature che aiutano a distribuire il nettare in modo uniforme.

Le caratteristiche dei cucchiai in legno per il miele, perché preferirli a quelli in acciaio

Miele in barattolo di vetro
Miele in barattolo di vetro (Retididedalus.it)

Di cucchiaini per il miele ce ne sono per tutti i gusti, questi vengono ricavati da diversi tipi di legno, come ad esempio il bambù, il faggio, l’acero, l’olivo o dal legno di acacia. La forma, generalmente, è sempre la stessa. Ci sono diversi motivi per cui si utilizzano questi cucchiai in legno al posto di quelli in metallo. Il primo è che il legno è ecologico.

Gli utensili in legno sono realizzati con materiali riciclabili e biodegradabili, quindi non impattano sull’ambiente. Si possono utilizzare anche con altre sostanze, come gelati, salse, burri o marmellate, sono antibatterici e antifungini, quindi non ospitano germi, e quindi non cambiano il gusto del miele, mentre sono capaci di esaltarne il sapore.

Ogni tipo di legno presenta caratteristiche diverse e degli accostamenti mirati. Il bambù riesce a esaltare il gusto del miele, facendo percepire maggiormente le note floreali, mentre l’olivo dona un sapore maggiormente fruttato. Infine, una delle caratteristiche fondamentali di questi cucchiai è che non graffiano le superfici, a differenza dei cucchiai in acciaio.

Differenza tra cucchiai in legno e cucchiai in metallo

Ed è soprattutto per questa caratteristica che si preferisce ai normali cucchiaini. Il metallo, infatti, quando gratta sulla superficie dei barattoli, raccoglie delle piccolissime particelle che possono contaminare il miele, inoltre il metallo reagisce all’acidità del miele, alterandone il gusto e la qualità.

Senza contare che, a contatto con le bevande calde, il metallo trasferisce il calore al miele, facendo perdere alcuni enzimi. Enzimi benefici e antiossidanti che sono vanto del nettare puro delle api, e che fanno così tanto bene alla nostra salute.

Insomma, l’utilizzo di cucchiai in legno, quando si preleva il miele, è sempre consigliato, inoltre sono facili da pulire, basta trattarli periodicamente con olio d’oliva o di cocco per mantenere il legno sano, evitando che si secchino e che si spezzino facilmente. E poi, diciamolo, i cucchiai da miele sono bellissimi, dei capolavori di artigianato, belli anche da collezionare o da usare per decorare casa.

Impostazioni privacy