La chiamano “pianta dei delfini” perché le sue foglie creano un effetto unico al mondo

Creare un angolo marino in casa grazie alla pianta dei delfini che con i suoi giochi di lunghezze e le foglie particolari sa come incantare. Conosciamo meglio Senecio Peregrinus.

piante grasse particolari
Senecio Peregrinus, anche conosciuta come “pianta dei delfini” per le caratteristiche foglie (RetidiDedalus.it)

Si chiama Senecio Peregrinus, ma è meglio conosciuta come “pianta dei delfini” o “danza dei delfini”; tutto merito delle caratteristiche foglie di questa pianta grassa che ricordano appunto la sagoma del mammifero marino più amato di tutti.

Si tratta di una vera e propria gemma del regno vegetale, ideale per ogni ambiente domestico e soprattutto capace di portare anche un tocco di mare in casa. Inoltre, la pianta si cura facilmente anche per questo è davvero l’ideale per chi vuole un tocco di natura in casa, ma non ha il pollice verde. Conosciamola meglio e vediamo come comportarsi con una Senecio Peregrinus nell’ambiente domestico.

Pianta dei delfini, una guida sulla cura domestica di questa oasi marina

senecio peregrinus pianta grassa
Particolare delle foglie della Senecio Peregrinus che ricordano i delfini (RetidiDedalus.it)

Creare un piccolo angolo di casa che sia il giusto mix tra il verde necessario all’ambiente domestico e un tocco di mare che fa sempre bene evocare in casa. Per riuscirci basta affidarsi alla Senecio Peregrinus e alle sue caratteristiche foglie a forma di delfino. Questa pianta grassa si adatta a qualsiasi spazio portando con sé originalità e freschezza.

Poche le regole da ricordarsi e rispettare perché questa succulenta cresca rigogliosa addobbando mensole e scaffali di casa: ha bisogno di molta luce, ma lontana dal contatto diretto con i raggi del sole. È importante poi scegliere un terriccio drenante, magari arricchito con perlite e sabbia, così da prevenire i ristagni di acqua che finirebbero per stressare e compromettere la salute della pianta.

Precisa e perfetta deve essere l’irrigazione; bisogna rispettare il terriccio utilizzato e quindi aspettare che si asciughi completamente prima bagnare nuovamente. La frequenza dell’irrigazione deve però seguire l’andamento stagionale, per questo in etate, per esempio, è bene controllare tutti i giorni che la pianta non abbia bisogno di essere rifornita. Solo in questo modo si può davvero garantire che i branchi di delfini scorrazzino immaginariamente tra le mensole della libreria.

Attenzione all’ambiente

Si è già anticipato che la Senecio Peregrinus è una pianta molto semplice da curare e richiede davvero poche attenzioni, che però devono essere prestate con cura per permettere alla pianta di stare bene e crescere in armonia nell’ambiente domestico. E a proposito di ambiente domestico, è vero la Senecio si adatta a tutti gli spazi, ma predilige un ambiente dalle temperature miti; questo vuol dire ambiente ideale tra i 4/5° C in inverno, e di 22° durante la crescita e la fioritura, e sì perché questa pianta regala anche dei bellissimi fiori dal profumo di cannella.

Infine, nei periodi invernali quando la luce di per sé scarseggia, l’utilizzo delle luci a led può essere un buon modo per integrare il fabbisogno luminoso della pianta e permetterle di crescere con naturalezza.

Impostazioni privacy