Bulbi sfioriti, se li butti sbagli di grosso: come conservarli per una nuova splendida fioritura

Tulipani, giacinti ma anche narcisi e fresie, sono tanti i fiori bulbosi che sono ormai arrivati a fine stagione, che fare con a questo punto i bulbi? Non gettarli via, ecco qualche consiglio per conservali al meglio.

come conservare i bulbi sfioriti
I bulbi sfioriti non vanno buttati, per conservarli basta poco (RetidiDedalus.it)

Le bulbose da fiore sono piante dalla fioritura spettacolare e di facile coltivazione. Tulipani, giacinti, fresie e tantissime altre, la lista di questa tipologia di piante è davvero lunga e in comune hanno la loro capacità di concedere spettacolari fioriture durante la primavera.

Tra la fine di marzo e quella di maggio, infatti, queste piante danno il meglio di sé. Dopodiché però quello che rimane è un bulbo sfiorito e che all’apparenza sembra morto e non più utilizzabile. Niente di più sbagliato, perché appunto solo all’apparenza i bulbi sfioriti sono morti, in realtà se trattati a dovere possono rinascere a nuova vita nella primavera successiva, regalando ancora spettacolari fioriture.

Come trattare i bulbi sfioriti, se fai così il fiore tornerà di nuovo a splendere

come trattare e conservare i bulbi sfioriti
Come conservare al meglio i bulbi da fiore per farli rifiorire (RetidiDedalus.it)

Tulipani, giacinti e simili quindi possono tornare nuovamente ad abbellire la nostra casa nelle primavere successive all’acquisto, l’importante è saper trattare con cura il bulbo da cui nascono.

La prima cosa da fare è aspettare che anche le foglie, oltre che il fiore, si secchino; quando anche questa fase sarà raggiunta è il momento di togliere il bulbo da vaso, si puliscono per bene le radici quindi si taglia lo stelo con le foglie e il fiore rinsecchiti e li si mette a riposo. Il modo migliore per farlo è metterli in un sacchetto di carta e conservali in un luogo buio.

Per il resto della stagione estiva e della prima parte dell’autunno i bulbi devono vivere questa fase di rigenerazione, ma quando tornano i primi freddi è importante rinvasarli facendo attenzione a posizionare verso l’alto la parte che fiorisce. A questo punto tutto quello che bisogna fare è aspettare la primavera successiva per veder rifiorire la propria bulbosa da fiore.

Altri consigli utili sul trattamento dei bulbi

Quando si estraggono i bulbi dal terreno generalmente sono umidi, è importante prima di metterli a riposo di lasciarli asciugare sempre aiutandosi con un sacchetto di carta.

È importante poi che la messa a dimora nel vaso avvenga con i primi freddi, se si è a rischio gelate è meglio evitare di ripiantare i bulbi che invece potrebbero risentire dell’eccessivo freddo. Inoltre, è bene posizionare i bulbi rinvasi in un luogo soleggiato, devono infatti rendersi conto del cambiamento di temperatura o non avvieranno mai la nuova fioritura. Infine le annaffiature; i bulbi hanno bisogno di terreni ben drenati e bisogna evitare a tutti i costi i ristagni di acqua, l’importante è tenere il terreno umido, quindi al bisogno va bena anche solo vaporizzare un po’ di acqua sul terriccio.

Impostazioni privacy