Wi-Fi pubblico, non è pericoloso come pensi: basta utilizzare questi accorgimenti

Utilizzare il WI-FI pubblico è un rischio per il furto dei dati personali: con questi accorgimenti è possibile navigare in maniera sicura.

In un mondo in cui i ritroviamo sempre connessi ed immersi nel caos della vita quotidiana, può capitare di essere improvvisamente colpiti dalla necessità di connettersi a Internet. Che sia per navigare tra le email, dare un’occhiata ai social media o, più banalmente, godersi uno streaming rilassante del proprio programma preferito, è possibile imbattersi in un piccolo problema.

il WI FI pubblico non è pericoloso come pensi
il WI FI pubblico: come navigare in maniera sicura – (retididedalus.it)

Non si ha connessione internet e l’unica rete disponibile è un misterioso Wi-Fi pubblico. Ecco il dilemma: come gestire questa situazione in modo sicuro, senza rischiare la privacy e la sicurezza dei propri dati? Questa sfida non riguarda solo il cittadino medio, ma anche gli esperti della sicurezza informatica. Addirittura, durante la conferenza Blackhat, il regno degli hacker, gli stessi esperti hanno spiegato quanto sia possibile anche per loro cadere nelle trappole delle reti Wi-Fi pubbliche non sicure.

Quella che loro definiscono “Il muro delle pecore”: uno spazio dove vengono esposti i nomi di coloro che sono stati ingannati da hotspots Wi-Fi fasulli o compromessi. Visto gli studi costanti, gli stessi ci spiegano come nonostante tutto  sia possibile connettersi ad una rete Wi-Fi pubblica senza incorrere in alcun rischio.

WI FI pubblico: il trucco degli esperti per navigare in sicurezza

Come accennato in precedenza, le storie di coloro che finiscono sul “Muro delle Pecore” sottolineano le potenziali minacce associate all’utilizzo di reti Wi-Fi pubbliche. Alcuni episodi esposti durante la conferenza Blackhat includono casi di accesso non autorizzato a email di lavoro, compromissione di account su social media e persino furti di criptovalute. Per fortuna, sia per chi utilizza le reti Wi-Fi libere per svago e chi per lavoro, esistono misure preventive per affrontare questo rischio.

Il trucco degli esperti per navigare in sicurezza con le reti WI-FI pubbliche
Navigare in maniera sicura con un WI-FI pubblico è possibile: gli esperti informatici ci svelano come fare – (retididedalus.it)

Innanzitutto, occhio alle reti senza password. Molti Wi-Fi pubblici non richiedono una password per connettersi; questo potrebbe significare che sono meno sicure. In queste circostanze sarebbe il caso di evitare di inserire dati sensibili (password), quando si effettua la connessione a questo tipo di reti. Se, d’altro canto, ci si imbatte in una rete Wi-Fi con un simbolo di lucchetto (che necessita di password), significa che questa sarà indubbiamente più sicura.

Inoltre, può capitare spesso che, quando ci si connette ad una rete pubblica, compare un messaggio che chiede di accettare le regole. In questo caso la regola chiave è di leggerlo accuratamente e accettarlo solo se pare realmente sicuro. Oltre a questo, quando si naviga su internet, è bene assicurarsi che l’indirizzo del sito web inizi con “HTTPS” anziché solo “HTTP”. Questo significa che la connessione è crittografata e, di conseguenza, più sicura.

Infine, ma non meno importante, è bene utilizzare sempre una VPN, ossia un servizio che offre una connessione Internet sicura e privata, specialmente quando si utilizzano reti Wi-Fi pubbliche o connessioni non sicure. Questo funziona creando una sorta di “tunnel” crittografato tra il tuo dispositivo (come computer o smartphone) e un server VPN.

Impostazioni privacy