Sono sempre in prima fila ad aiutare chi è in difficoltà: sai quanto guadagna un Vigile del fuoco?

In attesa che avvengono i rinnovi contrattuali, scopriamo qual è lo stipendio di un pompiere aggiornato al 2024.

Il vigile del fuoco è una figura professionale che si occupa della sicurezza dei cittadini, dell’ambiente e dei beni della collettività. La funzione del vigile del fuoco è quella di prestare soccorso quando si verificano delle emergenze o c’è un pericolo di varia natura.

stipendio di un pompiere aggiornato al 2024.
Stipendio vigili del fuoco 2024 – Retididedalus.it

Negli ultimi tempi, a causa delle sempre più frequenti calamità naturali, come alluvioni, allagamenti e terremoti vediamo in azione i vigili del fuoco. Queste figure professionali specializzate svolgono un ruolo fondamentale per la collettività, mettendo a rischio la loro incolumità per la sicurezza di tutti.

Spesso vengono definiti angeli e, in effetti, sembrano davvero dei benefattori, soprattutto durante gli interventi di soccorso. Agli occhi dei più piccoli il vigile del fuoco è un eroe: e come dargli torto?!

Quanto guadagna un pompiere: gli stipendi aggiornati al 2024

Il Corpo nazionale dei vigili del fuoco è una struttura dello Stato, che si occupa del servizio di soccorso pubblico e di prevenzione degli incendi. Il personale dei Vigili del Fuoco è diviso in due categorie: di ruolo e quello volontario. Solo il rapporto di impiego del personale di ruolo è disciplinato dal diritto pubblico. Il personale volontario invece è iscritto in appositi elenchi distinti in due tipologie:

  • Per le necessità dei distaccamenti volontari del Corpo Nazionale
  • Per le necessità delle strutture centrali e periferiche del corpo.
Lo stipendio dei Vigili del Fuoco è aggiornato al triennio 2019/2021
Stipendio vigili del fuoco – Retididedalus.it

Lo stipendio dei Vigili del Fuoco è aggiornato al triennio 2019/2021, secondo tali tabelle la retribuzione mensile media oscilla dai 1500 euro (al primo impiego) a 3.000 euro netti al mese. I vigili del fuoco percepiscono anche tredicesima, straordinari e altre indennità specifiche che possono far aumentare le cifre sopra indicate.

In attesa che avvenga la revisione del contratto collettivo nazionale, che dovrebbe venire tra il 2024 e il 2025, lo stipendio dei Vigili del Fuoco sarà calcolato in base alle tabelle istituzionali in vigore tuttora. La retribuzione è divisa per ruoli, che partono dall’allievo vigile del fuoco che percepisce 19.616,05€ lordi all’anno e arrivano all’Ispettore antincendi coordinatore AIB che percepisce 27.212,66 euro lordi all’anno.

Alla retribuzione lorda bisogna poi aggiungere l’indennità di rischio, riconosciuta in particolari condizioni in cui il professionista esegue funzioni tecnico-operative. Vi è anche una terza voce, che influisce sulla RAL, ovvero l’assegno di specificità. L’importo è legato al ruolo e alla responsabilità del vigile, ma anche ad anzianità di servizio.

Impostazioni privacy