La parte dell'indolente è la vita astratta.
Chi non impiega lo sforzo nel conseguire,
ma lo lascia inattivo, lo lascia sopito,
lo lascia senza futuro e senza rifugio,

cosa mai può succhiare dalla morta lotta,
dall'avvertita vanità di seguire
un cammino, dall'inerzia di sentire,
dal fuoco estinto e dalla visione perduta,

se non la calma acquiescenza nell'aver
consegnato nel sangue, e per il corpo tutto
la coscienza di nulla volere né essere,

l'intervisione delle cose attingibili,
e il rifiutarle, come una bella maniera
delle mani che il pallore rende impassibili?

Fernando Pessoa
(trad. Luigi Panarese)


A parte do indolente é a abstracta vida.
Quem não emprega o esforço em conseguir,
Mas o deixa ficar, deixa dormir,
O deixa sem futuro e sem guarida,

Que mais haurir pode da morta lida,
Da sentida vaidade de seguir
Um caminho, da inércia de sentir,
Do extinto fogo e da visão perdida,

Senão a calma aquiescência em ter
No sangue entregue, e pelo corpo todo
A consciência de nada qu'rer nem ser,

A intervisão das coisas atingíveis,
E o renunciá-1as, como um lindo modo
Das mãos que a palidez torna impassíveis?



Il contatore dei visitatori Shiny Stat è attivo da dicembre 2006