VISIONE

Ho vestito il mio corpo con gonne di rafia;
Il mio cognome, il mio nome: l'umiliata
Ho indossato l'abito della Rivolta
Per meglio danzare oggi
Il mio stato si chiama la rivoltosa
L'alba si levata
La mia lotta del giorno e della notte
Soffoca in questo farsi giorno
I primi raggi del sole
Sfiorano la superficie del mare
Gli alberi di cocco, loro stessi rattristati
Piegano dolcemente i loro tronchi verso l'oceano.

Oh, sogno, ebbra di disperazione
La notte cade sempre scura sulla mia lotta
Ebbra di speranza
Scorgo, s scorgo all'orizzonte
Levarsi un giorno radioso
Levarsi il giorno radioso
Il giorno sulla punta delle mie dita
Sogno, ebbra di disperazione
Ma anche, ebbra di speranza
Un giorno radioso per il mio popolo.


Perpetue Kassy (Costa d'Avorio)

(da Poeti Africani Anti-Apartheid, Edizioni dell'Arco, 2002, trad. Marta Luzi)



Il sito dal 01/04/2006 al 30/11/2006 ha raggiunto n 5200 visite