NEL DUBBIO


Stavo tenendo un discorso
agli ‘Amici di Cacania’
sul tema ‘La vita è verosimile?’
quando mi ricordai
ch’ero del tutto agnostico,
amore e odio in parti uguali e incerto
il risultato, a dosi alternate.
Poi riflettei ch’erano sufficienti
cinque minuti
due e mezzo alla tesi
altrettanti all’antitesi
e questo era il solo omaggio
possibile a un uomo senza qualità.
Parlai esattamente trentacinque secondi.
E quando dissi
che il sì e il no si scambiano le barbe
urla e fischi interruppero il discorso
e mi svegliai. Fu il sogno più laconico
della mia vita, forse il solo non sprovvisto
‘di qualità’.


Eugenio Montale

(da Altri versi, 1980)



Il sito dal 01/04/2006 al 30/11/2006 ha raggiunto n° 5200 visite