Casa Usher chiama la nostra casa

mal rifinita

e gonfia a dismisura

di libri destinati invano alla lettura

l’americano Giò

e rammenta al suo papà

ciò che Saint-Just

(forse a malincuore)

per Luigi Capeto in assemblea sentenziò.

 

Non era uno scherzo, ma una

“nemmeno correct” metafora

per dire che i conti non quadravano.

Ma, invitato a meglio sfruttare

la sua competenza matematica

forse un racimolo di

succose radici quadrate di -1

casa Usher e abitanti salverà

tra cui il predetto: Capeto

si trova senza gran voglia

(in dialetto desvolontà)

 

 

                              Andrea Zanzotto

 

                             (da Conglomerati,

                               Mondadori, 2009)

 




Il contatore dei visitatori Shiny Stat è attivo da dicembre 2006