C’è sempre un tunnel
dall’altra parte della luce, un piccolo buco
sui nostri tramonti, riflessi e dolori dell’amore
perché il mondo non crolli sulle nostre teste. E noi che viaggiamo
a memoria ricorderemo quella parte della montagna
con le pietre pericolanti sopra di noi
e i più famosi oracoli profetizzerano sempre giustamente
sino a quando considereremo la nostra vita
con una certa allegria.

 

                                  

                                                Thor Sørheim  (n. 1947)

 

                                                 (poesia trovata per caso

                                                 e tradotta dal norvegese

                                                     da Luigi Di Ruscio)

 




Il contatore dei visitatori Shiny Stat è attivo da dicembre 2006