La tua calligrafia

 

 

Aspetto come ogni anno

la tua calligrafia, la primavera

la risata fresca fra noi il letto

nuovo, fra noi quella parola

di carne e di ardore

quieta liquida spontanea,

regalo potersi arrendere:

prendersi, appartarsi

accettare lappartenenza degli adulti, rovistare

cancellare ogni dolore

cadere nella piscina, nel tuffo

nel sagrato, partecipare alla vita

degnamente, chiamare,

andare fieri, con la mano

tesa, tersi, gentili

nel vertice di quelle cose che

si fanno senso, fortuna, salute.

 

 

Giovanna Sicari (1954-2003)

 




Il contatore dei visitatori Shiny Stat attivo da dicembre 2006