Dalle caserme

 

 

Se tutta la vita andasse a suono di tromba

noi crediamo che anche i sordi si strapperebbero i timpani.

Vogliono farci migliori e riusciranno

perché siamo quasi tutti buoni e amiamo il nostro Paese.

Ma se si dovesse andar tutti i giorni in piazza,

tra le folle che urlano,

si finirebbe con l’odiare di più i borghesi.

In fondo è bello tirare a mitraglia sulle teste fitte.

Noi siamo forti e vogliamo provare la forza.

Poi, troppi han fame. Fra due anni avremo fame anche noi.

Bisogna fare dei buchi dentro la folla ora che siamo in tempo.

A meno di non marciare contro i Tedeschi…

Ma se perdiamo? Torna l’Italia al Papa… 

 

 

                                                     Paolo Buzzi

 

                                               (da Aeroplani, 1911)

 




Il contatore dei visitatori Shiny Stat è attivo da dicembre 2006