ANCORA, ANCORA, ANCORA


Hai detto che la rabbia sarebbe tornata
proprio come l'amore


Ho una sembianza nera che non
mi piace. una maschera, me la provo.
Migro verso lei e la sua rana
s'accovaccia sulle mie labbra e defeca.
una vecchia, anche povera.
Ho provato a tenerla a dieta.
Non le d l'estrema unzione.

C' un bell'aspetto che indosso
come un grumo di sangue.
Me lo sono cucito sul seno sinistro.
Ne ho fatto una vocazione.
La lussuria si piantata in esso
e io ho accostato te e il tuo
bambino allo sbocco del latte.

Oh la nerezza assassina
e il colmo del latte trabocca
e tutto il meccanismo mi funziona
ed io ti bacer quando
avr fatto a pezzetti un'altra dozzina di uomini
e tu morirai un po',
ancora, ancora.



Anne Sexton

(da Poesie d'amore, a cura di Rosaria Lo Russo, Editrice Le Lettere, Firenze 1996)



* AGAIN AND AGAIN AND AGAIN

You said the anger would come back
just as the love did.

I have a black look I do not
like. It is a mask I try on.
I migrate toward it and its frog
sits on my lips and defecates.
It is old. It is also a pauper.
I have tried to keep it on a diet.
I give it no unction.

There is a good look that I wear
like a blood dot. I have
sewn it over my left breast.
I have made a vocation of it.
Lust has taken plant in it
and I have placed you and your
child at its milk tip.

Oh the blackness is murderous
and the milk tip is brimming
and each machine is working
and I will kiss you when
I cut up one dozen new men
and you will die somewhat,
again and again.



Il sito dal 01/04/2006 al 30/11/2006 ha raggiunto n 5200 visite