LE VIE DEL RACCONTO
MARCO BUZZI MARESCA
 

 

 

Deragliando e ragliando

 

un etto  di liquido seminale  di traffico scomposto  un po’  a macerare  in rabbia  intelletto  ed ironia

di sememi scemi  un po’  di poliglossia  espansa di desublimazione decostruttiva  un pizzico di deriva

lacerti sfrantumi e grumi di quotidianità e substrati di accozzaglia massmediatica di collage dadaitico

di asfittico e mefitico polemizzare astuto nello stantufo del mal esistenziale decostruttivamente abbassato

un po’ di retrò gozzanica zia qualche mania  tra nevrosi ed asbestosi poca direzionalità e tanta intenzionalità la deriva dei continenti e i denti del capitale del complotto internazionale della maschera che poi si sa che lo abbiamo sempre saputo che lo sai anche tu che è così che la maccheronea  che gadda e pizzuto che qua nessuno è cornuto che il macro testo e il micro testo dell’allegoresi infinita ma per carità poco mitopoeitica e tanti suoni e sensi e corpo e corpo sfratto ed anfratto nella vacanza del sé nella vigilanza resistenza materialistica materialità posdialettica decostruzionista virale e post coitale post pasolinica pre glutammatico omologantica con deontica post deontica pre camaleontica protofantica paradontica senza denti identici per la identificazione del pasto senza olocausto e per ologrammi e sfranti frattali paratiroidei per il metabolismo ideatico deideale per il disugualmente diseguale eguale, perché in generale guardando avanti per guardare indietro guardando in cerchio perché la geometria …..… è di parte

 

 

                                                                                                                    9 marzo 2015 




Scarica in formato pdf  


 
Sommario
Le vie del racconto

Il contatore dei visitatori Shiny Stat è attivo da dicembre 2006