LUOGO COMUNE
AFORISMATICA
“Chi pensa sa di avere torto”



      

di Velio Carratoni

 

                                                    

 

Se non frutta la saggezza si ricorre alla stupidità. Tanto agognata.

 

                                                                       °°°

 

Gli intelligenti sono spesso identificati con i perditempo.

 

                                                                       °°°

 

La stupidità è il presupposto di una certa ancora di salvezza dei cervelloni.

 

                                                                       °°°

 

L'alto grado della stupidità diviene sbocco più redditizio.

 

                                                                       °°°

 

Governanti stupidi mettono a loro agio beoni senza pretese. Ridotti tali dall’insipienza del tempo.

 

                                                                       °°°

 

Lo stupido se non si rende conto di esserlo vive felice. Se si accorge dei limiti mostra stramberie sapienziali... alla Galan.

 

                                                                       °°°

 

Assecondare troppo gli altri. Significa sopportare molta idiozia.

 

                                                                       °°°

 

Se lo sviluppo è carente e l’interpretazione è inceppata, prevale la burocrazia.

 

                                                                       °°°

 

Se non c’è palpito o svecchiamento mentale emerge la burocrazia, peggio della noia e dell’atrofizzazione cerebrale.

 

                                                                       °°°

 

Gioie dell’appagamento pilotato nascondono tranelli legalizzati.

 

                                                                       °°°

 

Politici. Hanno incassato tanti di quei quattrini che in giro se ne trovano pochi. Eppure per diritti acquisiti ne incassano ancora tanti.

 

                                                                       °°°

                                                                                 

Oltre a se stessi tanti politici  hanno protetto cosche, corrotti, faccendieri. Loro preferiti.





Cristiana Fasano, The Black Box, 2014 (ph. Francesco Amorosino)


                                                                       °°°

 

Il condannato sogna di: ritornare in campo, risolvere dissidi con Putin, lanciare proclami, riavere consensi in Europa e nel mondo. E la legge Severino?

 

                                                                       °°°

 

Conseguenza primaria del miracolo economico. Amato e rimpianto. Vivere al di sopra dei propri mezzi.

 

                                                                       °°°

 

Il mondo è fermo o va indietro. Mentre gli sgozzamenti divengono regole comuni.

 

                                                                       °°°

 

Strano a dirsi. Esponenti del pensiero hanno promosso stagnazione. Compresa la messa al bando delle istituzioni.

 

                                                                       °°°

 

Si parla di letteratura. Come fosse un genere da discarica collettiva. Così la concepiscono certi librai e distributori.

 

                                                                       °°°

 

Si vorrebbe sostituire la letteratura con fenomeni dell’intrattenimento becero.

 

                                                                       °°°

 

Intellettuali del tempo testimoniano una realtà satura e incolore. Usando la scialberia come mezzo di espressione collettiva.

 

 

                                                                                             

 

 

 




Scarica in formato pdf  


      
Sommario Luogo Comune

Il contatore dei visitatori Shiny Stat è attivo da dicembre 2006